“L’ARTE DEL NASCERE” PER IL RITORNO DEL PRESEPIO VIVENTE DI VILLAGA

Torna dopo tre anni di “ferma obbligata”, torna la Sacra Rappresentazione nelle storiche grotte di S.Donato.
Attese migliaia di visitatori il 29-30 dicembre
 

 

L’imponente macchina organizzativa che mobilita tutto il borgo di Villaga per la settima edizione del “Presepio Vivente in grotta” è già avviata da mesi, e ad un mese dall’evento, sta marciando lestamente. Una delle più originali sacre rappresentazioni del Veneto, per la sua ambientazione ha assunto un prestigio nazionale, tanto che il Presepio dei Berici viene accostato a quello che si svolge nelle grotte di Matera in Basilicata.

 

Oltre trecento volontari sono già in attività per allestire sui Monti quello scampolo di storia, dove pare non basti dire: “Che bello!”. Quello che il suo regista Antonio Gregolin, firma da sei edizioni sempre nuove, è un autentico approfondimento sulle origini storiche e artistiche del cristianesimo. “Ormai –spiega il regista – i presepi sono diventati mere opere d’arte che puntano a stupire il pubblico con effetti scenici che poco hanno a che vedere con la storia. Questo finisce col non rende onore al motivo vero per cui venne istituito il presepio otto secoli fa”.

 

“Il presepio deve fare riflettere credenti, e più ancora i non credenti, che devono tornarsene compiaciuti, ma anche stimolati nell’animo!” prosegue il regista. E’ quanto avverrà a Villaga anche quest’anno, il 29-30 dicembre prossimo, con la nuova edizione del presepio dall’affascinante titolo “L’Arte del Nascere”. “Dieci quadri dove l’attenzione del pubblico partirà dalla storica Natività, archetipo per la storia dell’arte che poi ne scaturirà”. Quadri viventi che riprodurranno in tre dimensioni le storiche pitture di Giotto ad Assisi, Caravaggio a Messina, fino alle “Due madri” di Segantini a Milano. Quadri animati con fedeli personaggi viventi che riprodurranno fedelmente i colori, i volti e le pose immortalati dai celebri artisti. Sono già in corso presso le grotte preistoriche di S.Donato gli allestimenti scenici e le prove per quella che si annuncia come una delle edizioni più suggestive: “Nuove regole e norme – spiega Antonio Gotter, il coordinatore del presepio- hanno imposto ingenti investimenti per il “piano sicurezza” per le migliaia di visitatori che arriveranno alle grotte. 

 

Migliorati tutti gli accessi e sentieri, con massimo rispetto per la bellezza morfologica del paesaggio”. “Quella che si prospetta per tema –sottolinea il primo cittadino di Villaga , Eugenio Gonzato-, è una edizione 2017 che certamente si farà ricordare più di tutte altre, e nonostante i tre anni di fermo l’organizzazione è ripartita con vigore e volontà”. Tra le novità di quest’anno l’inserimento di un biglietto a pagamento, motivato così dal coordinatore Gotter: “Il presepio è una imponente macchina organizzativa, che si avvale di servizi e competenze, spesso professionali, che vanno retribuite. Ciò che vedono i migliaia di visitatori alle grotte, è solo una minima parte di quel lavoro di squadra dietro le quinte, costituito prevalentemente dal volontariato.

 

E’ come un film in diretta della durata di due giornate. C’è quindi un presepio invisibile, che per noi inizia sei mesi prima e finisce qualche settimana dopo”. “Quest’anno per la prima volta ci vediamo costretti a chiedere un contributo di 5 euro d’ingresso (bambini e ragazzi esclusi) per fronteggiare le spese che l’anno scorso ci hanno bloccato. Convinti che gli affezionati visitatori, quasi diecimila l’edizione 2014, comprenderanno e non mancheranno all’appuntamento con lo storico Natale di Villaga”.  

 

Previsioni

COMUNICATO STAMPA ALTAVIA DEI BERICI del 24.11.2017

In risposta alle affermazioni prive di fondamento diramate su Facebook dal Presidente del Consorzio delle Pro Loco Lucio Penzo che accusa di inerzia i Comuni responsabili, a suo parere, di avere abbandonato, dopo due anni dall’inaugurazione, il progetto Altavia, si precisa quanto segue:

 

1 – Il progetto Altavia non è del Consorzio delle Pro Loco, bensì dei Comuni dei Colli Berici, il Consorzio in questo caso ha sposato l’idea iniziale ed ha partecipato al primo tracciamento del percorso.

2 - I Comuni dei Colli Berici - hanno stipulato nel 2013 apposita convenzione, con Capofila il Comune di Villaga, per realizzare e promuovere il percorso ALTAVIA, 3 - Nel corso del 2017 sono state investite risorse pari a 15.000 euro per lavori di manutenzione (apertura sentieri – sfalcio erba – sistemazione segnaletica – tracciatura con dime colorate)

4 - Sempre nel 2017 si è provveduto, dopo un’accurata ricognizione per documentare lo stato attuale del percorso evidenziandone le criticità, ad eseguire le seguenti attività:

  • coinvolgimento e coordinazione in un’ottica di partnership con tutti i soggetti interessati (associazioni, cooperative, gruppi sportivi, esercizi privati, etc);
  • Tracciatura di un nuovo itinerario sterrato più breve e sua connessione con le strutture ricettive del territorio; l’itinerario è rivolto ad escursionisti a piedi, in Mountain Bike e a cavallo; tale itinerario sfrutta dove possibile la rete sentieristica storica;
  • Creazione di file GPX degli itinerari e Waypoints dei luoghi di interesse;
  • creazione del file per un’apposita cartografia e di una guida escursionistica (realizzazione prevista nel corso del 2018);
  • bozza di sviluppo di un portale WEB dedicato; implementabile grazie a contributi di sponsor tematici;
  • Manutenzione dell’itinerario sterrato mediante sfalcio periodico di erbe e piante infestanti;
  • Segnatura con dime colorate (marchio AltaVia già approvato e registrato) in sostituzione o in aggiunta alla segnaletica presente.

Detta attività verrà perfezionata e garantita nel tempo anche nel corso dei prossimi anni in quanto i Comuni sono convinti della grande potenzialità di sviluppo turistico dato da questa iniziativa che mette a sistema e consente la valorizzazione di tutto il territorio dei Colli Berici. Nei prossimi mesi del 2018 avremo un’Altavia pronta per ogni forma di promozione con mappe cartacee e sito web.

 

Eugenio Gonzato

Sindaco di Villaga, (Comune Capofila dell’AltaVia)

Reddito di Inclusione REI: Misura nazionale unica di contrasto alla povertà

Reddito di Inclusione – REI: Misura nazionale unica di contrasto alla povertà

 

CHE COS’E’ E COME FUNZIONA

E’ la prima misura unica nazionale di contrasto alla povertà che prevede:

1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta REI);

2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà.

La nuova misura è operativa su tutto il territorio nazionale a partire dal 1 dicembre 2017 e non è previsto termine di scadenza.

Le domande si presentano esclusivamente in modalità assistita, prendendo appuntamento al numero di telefono 0444222555 dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 12.

 

REQUISITI: CHI NE HA DIRITTO

Il Rei nel 2018 sarà erogato ai nuclei familiari in possesso dei seguenti requisiti:

Requisiti di residenza e soggiorno

● cittadini italiani

● cittadini comunitari

● familiari di cittadini italiani o comunitari, non aventi la cittadinanza in uno Stato membro, titolari del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente

● cittadini stranieri in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo

● titolari di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria) che siano residenti in Italia da almeno due anni al momento della presentazione della domanda

Requisiti familiari

deve essere presente almeno una delle seguenti condizioni:

  • un componente di minore età
  • una persona con disabilità e almeno un suo genitore o tutore
  • una donna in stato di gravidanza
  • un componente che abbia compiuto 55 anni, con specifici requisiti di disoccupazione (licenziamento, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale ai sensi della legge 604/1996) che:

a)    ha cessato di beneficiare dell‘intera prestazione per la disoccupazione da almeno 3 mesi

b)    oppure è in stato di disoccupazione da almeno 3 mesi, nel caso in cui non abbia avuto diritto alla prestazione di disoccupazione

Requisiti economici

Il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di:

  • un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6 mila euro
  • un valore ISRE ai fini Rei (l’indicatore reddituale dell’ISEE diviso la scala di equivalenza) al netto delle maggiorazioni) non superiore ai 3.000 euro
  • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20.000 euro
  • un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti, etc.) non superiore a 10.000 euro (ridotto a 8 mila euro per due persone e a 6 mila euro per la persona sola).

Nessun componente del nucleo deve:

  • percepire prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o di altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • possedere autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
  • possedere navi e imbarcazioni da diporto

In caso di variazione della composizione del nucleo familiare rispetto a quanto dichiarato a fini Isee, i nuclei familiari sono tenuti a presentare entro due mesi dalla variazione una DSU aggiornata

In caso di percezione di redditi il beneficio è ridotto dell’ISR del nucleo familiare: i redditi eventualmente non già compresi nell’ISR sono dichiarati all’atto della richiesta del beneficio

In caso di variazione della situazione lavorativa nel corso dell’erogazione del Rei, i componenti del nucleo familiare per i quali la situazione è variata, sono tenuti a comunicare all’Inps il reddito annuo previsto entro 30 giorni dall’inizio dell’attività. In questo caso il valore dell’Isee e dell’Isre è aggiornato dall’Inps sostituendo il reddito annuo previsto a quello di analoga natura utilizzato per il calcolo Isee in via ordinaria

Per tutta la durata del beneficio deve essere presente nei portali INPS l’ISEE in corso di validità, pena la sospensione automatica.

  COME GODERE DEL BENEFICIO Il beneficio economico e il progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa
  • Il beneficio è concesso per un periodo massimo di 18 mesi, rinnovabile per ulteriore 12 mesi, trascorsi almeno 6 mesi da quando ne è cessato il godimento. Dalla durata massima del Rei devono essere, comunque, sottratte le mensilità del Sostegno Inclusione Attiva (SIA), eventualmente già erogate al nucleo familiare.
  • Il progetto viene predisposto dai servizi sociali del Comune, che operano in rete con gli altri servizi territoriali (es. Centri per l’Impiego, AULSS, Scuole, etc.), nonché con soggetti privati attivi nell’ambito degli interventi di contrasto alla povertà, con particolare riferimento agli enti non profit. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede l’identificazione degli obiettivi che si intendono raggiungere, dei sostegni di cui il nucleo necessita, degli impegni da parte dei componenti il nucleo a svolgere specifiche attività (es. attivazione lavorativa, frequenza scolastica, tutela della salute, etc.). Il progetto è definito sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni da parte dei servizi, insieme al nucleo.

Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, volto al superamento della condizione di povertà, al reinserimento lavorativo e all'inclusione sociale.


MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL BENEFICIO

L’ammontare del beneficio economico viene stabilito sulla base del cosiddetto “reddito disponibile”, ovvero delle risorse a disposizione delle famiglie per soddisfare i bisogni di base e acquistare beni e servizi primari, come determinato sulla base dell’indicatore della situazione reddituale dell’ISEE. Il beneficio economico, pertanto, sarà proporzionale alla differenza tra il reddito familiare e una soglia, che è anche la soglia reddituale d’accesso.

In sede di prima applicazione viene coperta la soglia di 3.000 euro viene coperta solo al 75%. Pertanto inizialmente, la soglia con cui confrontare le risorse economiche del nucleo familiare è pari per un singolo a 2.250 euro (il 75% di 3.000) e cresce in ragione della numerosità familiare fino ad massimo 5.824,80 euro, 75% di 6 mila euro).

 

numero componenti 

soglia di riferimento in sede di prima applicazione

beneficio massimo mensile

1

€ 2.250,00

€ 187,50

2

€ 3.535,50

€ 294,38

3

€ 4.590,00

€ 382,50

4

€ 5.535,00

€ 461,25

5 o più

€ 5.824,80

€ 485,40

 

Se i componenti del nucleo familiare ricevono già altri trattamenti assistenziali, il valore mensile del REI è ridotto del valore mensile dei medesimi trattamenti, esclusi quelli non sottoposti alla prova dei mezzi (indennità di accompagnamento).

 

LA CARTA REI

Il beneficio viene versato mensilmente su una carta di pagamento elettronica (Carta REI). Completamente gratuita, funziona come una normale carta di pagamento elettronica, salvo che le spese sono saldate direttamente dallo Stato.

La carta deve essere usata solo dal titolare e permette di:

  • prelevare contante entro un limite mensile di 240 euro, al costo del servizio;
  • fare acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard;
  • pagare le bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali;
  • avere uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l’eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket.

La carta può inoltre essere utilizzata negli ATM Postamat per controllare il saldo e la lista movimenti.

  SANZIONI, SOSPENSIONI E DECADENZA DEL BENEFICIO

I componenti del nucleo familiare beneficiario del Rei sono tenuti ad attenersi ai comportamenti previsti nel progetto personalizzato. Sono previste sanzioni, sospensioni e decadenza del beneficio così come indicato dall’art. 12 del D.lgs n. 147 del 15/09/2017

 

DOCUMENTI NECESSARI

Al momento della presentazione della domanda allo sportello è necessario essere in possesso di:

  • codice fiscale;
  • documento di riconoscimento in corso di validità;
  • recapito telefonico ed eventuale indirizzo e-mail;
  • permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo e permesso di soggiorno dei familiari del cittadino italiano o comunitario;
  • dati DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica utilizzata ai fini ISEE) in corso di validità se nel nucleo è presente uno o più componenti di minore età sarà considerato l’ISEE minorenni;
  • certificazione rilasciata da una struttura pubblica attestante la condizione di disabilità;
  • documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica che attesta lo stato di gravidanza (non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto)
  • elenco di tutte i trattamenti economici rilevanti di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, percepiti nel mese precedente la presentazione della domanda del SIA;
  • i documenti relativi a contratti di lavoro di qualsiasi natura, e di tutti i componenti il nucleo familiare, successivi al 1 gennaio dell’anno di riferimento dei redditi dichiarati in ISEE

 

COME, DOVE E QUANDO

A partire dal 4 dicembre 2017 (primo giorno  utile dopo il 1 dicembre) il richiedente in possesso dei requisiti sopra descritti può presentare domanda, necessariamente in modalità assistita, prendendo appuntamento al numero di telefono 0444 222555 dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 12: un operatore proporrà date, orari e sedi dove presentare l'istanza.

Non saranno accolte domande presentate in maniera differente.

La misura non prevede una scadenza per la presentazione delle domande.

La domanda può essere presentata dall’interessato o da un componente maggiorenne del nucleo familiare.

 

  Link utili

Il Rei in sintesi http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/poverta-ed-esclusione-sociale/Documents/REI-sintesi.pdf 

Ministero Lavoro e Politiche Sociali: http://www.lavoro.gov.it/priorita/Pagine/Il-Reddito-di-inclusione-REI-e-legge.aspx

Portale INPS:  https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=51383

Elenco Comuni distretto est AULSS 8 Berica 

Volantino REIVolantino REI [166 Kb]